# 68 - MISCELLANEA...

... un pò lunghetta, perché, stavolta, non ho storie mie da raccontare!

MISCELLANEA

1) Molti di voi hanno gradito le divise dei vigili del fuoco giapponesi. Bellissime. Chi mi segue da tempo sa che “Armonia delle forme e altre avventure” (la newsletter che precede Horror Vacui) era un tributo al Giappone.

Se si tratta di bellezza, è cosa giapponese. Anche se si tratta di violenza, reale o immaginaria.

2) Ma passiamo a cose meno cruente.

Questa qui sopra è la sezione di un filo d'erba, al microscopio (altissima risoluzione). Guardate che faccine simpatiche e sorridenti ci si trovano, sempre che nessuno calpesti il filo d'erba.

3) E guardate che faccine simpatiche hanno queste ragazze…

Se ho ben capito, questa è la squadra femminile norvegese di palla a mano su sabbia. L'importante non è capire quale sia lo sport che la squadra pratica bensì sapere che la federazione norvegese ha multato tutte le giocatrici perché non hanno usato i bikini di ordinanza. Quando ho letto questa notizia ho provato lo stesso schifo che provo quando sfoglio le riviste femminili che allegano ai quotidiani, stracolme di pubblicità e di mercificazione della donna (si, ce ne sono troppe anche maschili).

4) A proposito…

Questa è una delle sottovesti che le donne mormone usano. Da tantissimo tempo. Sono indumenti considerati sacri e devono essere indossati. Davvero.

Sappiate, però, che è in corso una dura protesta, cosa del tutto impensabile per questo mondo. Le donne dicono che non ce la fanno più a indossare questo tipo di indumenti (“scomodi e pruriginosi”). Allora hanno ingaggiato lei, S. PITON, per disegnare una linea mormona di underwear. Vi tengo aggiornati sui risultati.

5) Questo sotto è, ufficialmente, un “coniglio assassino psicopatico con un’ascia”, parte di un preziosissimo manoscritto del 14mo secolo, Francia.

Ma perché i monaci di quel tempo dipingevano, ai lati dei manoscritti così sapientemente creati, figure così distopoche?

I monaci del Medioevo avevano grande senso dell'umorismo e probabilmente si annoiavano a morte, dato che tutto ciò che facevano era pregare e trascrivere libri. Forse proprio per questo aggiungevano spesso piccoli scarabocchi per il loro stesso intrattenimento nei cosiddetti marginalia. In questi margini dipingevano mondi alla rovescia, pieni di burle, creature divertenti, caricature di personaggi famosi, elementi sessuali e molto altro. I conigli assassini erano molto gettonati: li troviamo spesso armati, intenti a torturare esseri umani e cani, a cavalcare lumache e a combattere.

Il coniglietto qui sopra è assai malvagio: non vi ricorda Jack Torrance, il personaggio interpretato da Jack Nicholson nel film Shining di Kubrick? Ah, è necessario sapere che il vero titolo del film non è Shining, bensì The shining: a mio avviso c'è una differenza sostanziale!

6) L'altro giorno, a casa del mio amico FatherPeter, ho notato che aveva da poco comprato un acquario con 1 piccolo pesce rosso. Mi è venuto subito in mente il fatto che in Minnesota stanno affrontando una serie infinita di problemi ambientali (vi risparmio i dettagli) perché la gente si sbarazza dei pesci rossi buttandoli nei laghi. Con la conseguenza che questi piccoli e innocenti pesciolini si mangiano tutto quello che trovano e raggiungono dimensioni come quella che avete visto sotto. UNO SQUALO ROSSO, di fatto. Ovviamente ho detto subito al mio amico di non buttare il suo pesce rosso nel lago di Nemi (lui abita da quelle parti).

Ah, questo è l’intestino di uno squalo, in 3D (spero che l’immagine ruoti).

7) Se c'è una cosa che mi fa sclerare in un attimo, roba da orticaria proprio, è questo trend culinario che TV e media in generale hanno imboccato da molti anni (con grande gioia della Signora peraltro, che non si perde una trasmissione).

Mi irrita questa esposizione perenne di abbondanza e spreco, questa mitizzazione di cuochi stellati dal carattere di mmmerda e dalla dubbia competenza (molti miei amici cucinano meglio). E soprattutto mi urta la trasformazione in senso romanzesco e mitico di un'arte prevalentemente manuale e meccanica (nell’accezione migliore dei termini). Si, perché il successo di questo ‘format’ non sta nel cibo o nella ricetta, ma nei personaggi e nei caratteri, nelle storie che sistematicamente vengono fatte ruotare intorno al cibo (…e poi penso sempre al 2050, quando mangeremo tutti pasticche, perché sarà l’unico cibo esistente). Il cibo, poverino, è una scusa e tutto quello che c'è prima di quel cibo non rileva: ecco, proposta, fare una trasmissione TV sugli impianti di irrigazione a schizzo delle piantagioni di patate abruzzesi o sulle cesoie per potare i tralci di vite nel nord est della Georgia (luogo in cui il vino è nato).

Ma non è questo ciò che volevo dirvi.

Il primo cuoco francese di fama mondiale è stato, di fatto, quello qui sopra. Il ritratto di Eugene Grossrieter ("Chester"), dipinto da W.Orpen nel 1921, lo rese davvero molto famoso e ricco. Il pittore eleva il lavoratore dei fornelli allo status di un nobiluomo, conferendogli, suo malgrado, un'aria spavalda e autorevole. Esattamente come avviene oggi: il format crea il personaggio, il cibo è solo una scusa! Il pittore dipinge una divisa splendente e marmorea per creare un personaggio quasi imperiale e stentoreo, quando, nella realtà, la divisa era sicuramente intrisa di farina e pezzi di interiora spiaccicati sulla ‘panza a cocomero’ e il cuoco bestemmiava a ogni fornello. Insomma, dopo quel ritratto tutti iniziarono a mangiare nel ristorante di Chester e lui diventò ricco sfondato, anche se, magari, era capace solo a cucinare due uova in tegamino.

Ah: c'è una storia divertente dietro al soprannome di Grossrieter. I suoi colleghi lo perculavano chiamandolo "Chester", come il formaggio omonimo, perché lui odiava i formaggi! Ve l'ho detto che era sicuramente un cojone: come si possono odiare i formaggi?


8) BRUNELLO IL FIGHELLO

Probabilmente conoscete quest’uomo. Si spaccia - e viene spacciato - per il più figo d’Italia. Non a torto, forse.

E’ Brunello Cucinelli, imprenditore del cd capitalismo umanistico. Una roba del tipo: i soldi non contano un cazzo se non li spendi per migliorare il mondo.

Ho saputo che, tra gli organi societari della sua SpA, c’è il Consiglio per l’Armonia con il Creato. Mi sembra una cosa meravigliosa. Voglio creare anche io un Consiglio per l’Armonia con il Creato: vuoi partecipare?


9) VACANZE DA (S)BALLO

Visto che ci avviciniamo alle vacanze, vi propongo un giochino diabolico. Premessa: un numero primo è tale se è divisibile solo per 1 e per sè stesso. Facile no? OK!

Quanti numeri primi azzecchi in 1 minuto? Gioca QUI e fammi sapere nei commenti.

A proposito di vacanze: per chi è stressato per il fatto di non poter ancora ballare in discoteca, lascio questo balletto, che mi ha letteralmente stregato (il ballo è un mio grande rimpianto). Non solo perché è fichissimo ma anche perché fa parte di un film (Climax. Francia) che racconta una storia assurda - e violentissima - realmente accaduta (e che, ovviamente, non vi racconterò). La sequenza è lunghetta, ma ne vale davvero la pena. Mi raccomando: doppio click, pieno schermo e musica a palla! Alla fine del balletto lei dice: “Dio è con noi”: secondo me ha ragione!


10) INTERMEZZO AMBIENTALISTA (in qualità di AMBASCIATORE del PATTO EUROPEO per il CLIMA 2021 - 22)

A) Non te ne frega niente se inquini? Odii il riciclo e il riuso? L’economia circolare ti dà l’orticaria? Ok, c’è un modo facile per partecipare a un futuro migliore: compra alberi! QUI o dove ti pare. Io ne compro 3 al mese, da anni. E’ un abbonamento. 5€ al mese e passa la paura: la tua impronta ecologica è eliminata!

B) Evita gli sgrassatori: inquinano un sacco e hanno sostanze potenzialmente dannose per la tua salute. Non solo: hanno un’efficacia di poco superiore a quella di un qualunque ‘multiuso’.

C) Risparmia energia e soldi mettendo sempre coperchi sulle pentole, senza dimenticarle sul fuoco o senza farle bollire all'infinito. La fiamma deve stare sotto la pentola: alzare il gas al massimo è utile solo se la parte finale della fiamma sta sotto la pentola.

D) Limita i cicli di ricarica di smartphone e pc: carica quando il livello è al 20% e stacca quando è appena oltre l’80% e, se possibile, ricarica la sera. Lasciare il telefono in ricarica tutta la notte equivale a scassarlo.

E) Lavatrici e lavapiatti sempre a pieno carico (o quasi): la protezione dell'ambiente è più importante delle esigenze di organizzazione familiare.

F) NON buttare l’olio nel lavandino o nel water, porcacciala miseria. Non essere pigro: alza il culo, informati e smaltiscilo sempre come si deve.

G) Pievani e Varotto, nel libro “Viaggio nell’Italia dell’antropocene - geografia visionaria del nostro futuro” hanno ‘trasportato’, al 2786 e USANDO DATI SCIENTIFICI, il viaggio in Italia di Goethe, fatto 1000 anni prima. Ecco sotto come potrebbe essere ‘Roma e zone limitrofe’. Quella sottile linea nera esterna sono i confini attuali.

Morale: smettila di cazzeggiare e di pensare che fai già tutto il possibile o che non dipende da te o che nel 2786 sarai morto da un pezzo. Fai qualcosa e fai di più, ORA!


11) INTERMEZZO MUSICALE

Ti prego, fammi un regalo. Ascolta questa canzone con una voce paradisiaca. Fatto?

No, la voce non è di Anthony Bourdin, uno chef strafamoso morto recentemente.

La canzone e il cuoco hanno una cosa in comune: la voce è prodotta dall'intelligenza artificiale. E’ finta!

Sta per uscire un film sulla vita di Anthony e gli hanno messo in bocca la sua voce artificiale per raccontare il film. Probabilmente avranno usato lo stesso software della canzone paradisiaca.


12) VACANZE (foto RUBATE al Guardian) (mi piacevano troppo e volevo condividerle)

Ah, a proposito: tra voi c’è qualche appassionato/a di fotografia. Guarda QUI e godi!


13) DULCIS in FUNDO: LO SBOTTO FRANCESE

Per chiudere, a proposito di Francia, volevo tornare su un fatto che forse è sfuggito ad alcuni ma che mi ha fatto ammazzare dalle risate. Cominciamo dalla fine: questi ciclisti sono solo 2 dei circa 30 corridori sfigati - e mezzi morti - del Tour de France 2021.

Perché sfigati?

Mentre erano tutti al culmine della loro furia agonistica, un ciclista tedesco carambola all’improvviso e crea una caduta di massa (effetto domino).

Ma perchè il ciclista tedesco carambola all’improvviso e crea una strage di circa 30 ciclisti (per non parlare degli spettatori feriti), sdraiti al suolo, sofferenti e malconci?? Nessuno lo sa.

Partono le indagini. Tutta la Francia con il fiato sospeso: cosa mai sarà successo a provocare un tale disastro? Partono appelli: chi sa lo dica subito alla polizia! Tutte le videocamere vengono smontate per trovare una prova video.

E, alla fine, svelano l’arcano.

Una donna (30 anni) ha sollevato uno striscione/cartello espondendosi in mezzo alla strada, proprio mentre passava il gruppo. La signora stava guardando dritto verso le telecamere della motocicletta, con le spalle rivolte al gruppo in corsa.

E sapete cosa aveva scritto sul suo cartello/striscione? C’era scritto “Allez Opi-Omi” , un misto di francese e tedesco che significa, praticamente “Daje nonna!” (perchè sua nonna ha origini tedesche).

Morale: una strage per incitare una nonna! Morale (bis): 1 anno di galera e 18.000 € di multa è ciò che il procuratore francese ha proposto per la giovane signora.

D’altra parte di gente sciroccata che, lungo il percorso, attende con trepidazione ‘la truppa’… ce n’è in abbondanza.

Sia chiaro: dico tutto questo perché è inammissibile che esista uno sport che prevede un sellino tra le chiappe per così tanto tempo.

Ecco l’imperdibile, divertentissima sequenza (meravigliosa anche la faccia che fa la Signora mentre viene stravolta - anche lei - dai ciclisti).